culturali 3 giorni

1° Giorno
TOLENTINO (228m):
cittadina famosa per il trattato del 1797, con il quale Napoleone costrinse il Papa a cedere terre, denaro e opere d’arte. Si potranno visitare la Basilica di San Nicola da Tolentino che ospita un eccezionale ciclo di affreschi trecenteschi di scuola riminese, un notevole chiostro del 1200 e i Musei della Ceramica, dell’Opera e degli ex-voto (piazza San Nicola; orari: 9-12 e 15-19; tel. 0733-969996); il Duomo dedicato a San Catervo patrono della città; la Piazza della Libertà con la Torre degli Orologi che segnano l’ora, il giorno, il mese e le fasi lunari, la Chiesa di San Francesco in forme romanico – gotiche e il Museo della Caricatura, unico nel suo genere (Palazzo Sangallo, piazza della Libertà; orari: martedì-venerdì 16-19, sabato e domenica 10-13 e 16-19; tel. 0733-969797).

2° Giorno
SANTUARIO DI MACERETO
(per la visita rivolgersi al Bar Miconi di Appennino, tel. 0737-510135): sorge nell’altopiano omonimo (998m), a pochi km. da Ussita, isolato, in un paesaggio veramente suggestivo. Il Tempio, realizzato in pieno rinascimento, risponde pienamente allo stile del Bramante. È interamente realizzato in pietra e presenta una pianta ottagonale su cui sono inseriti tre ingressi. USSITA (744 m): piccolo centro montano situato sul versante nord occidentale del Monte Bove (2112m.), attrezzato per i soggiorno estivi e per gli sport invernali. Molte sono le attrattive paesaggistiche e di notevole interesse sono anche le opere d’arte celate nelle chiese sparse nelle frazioni. Inoltre, nonostante i restauri recenti, le chiese mantengono ancora elementi della costruzione originaria, conservando ognuna una propria particolarità. Risale al 1380 la costruzione del Castello sul colle Fantellino, voluta da Rodolfo da Varano. VISSO (607m): centro situato nell’alta valle del fiume Nera che conserva una impostazione urbanistica medievale con pregevoli palazzi del 1400 e del 1500. Si potrà visitare il centro storico e in particolare la piazza Martiri Vissani sulla quale si affacciano il fianco della Collegiata di Santa Maria, di forme romanico-gotiche e la facciata dell’ex chiesa di Sant’Agostino, ora adibita a Museo Pinacoteca che raccoglie opere di carattere religioso proveniente da altre chiese del territorio (orari: festivi 10-12; agosto 17-19,30; altri periodi visita su prenotazione, tel. 0737-95200/95421) .

3° Giorno
CAMERINO (661m):
sede di una delle più antiche Università italiane. Si potranno ammirare l’armoniosa Piazza Cavour, di carattere tardo rinascimentale; il Duomo con facciata a porticato e grande interno a tre navate; il Palazzo Arcivescovile, con una notevole raccolta di sculture, argenterie, ceramiche, arredi sacri e dipinti(attualmente chiuso, tel. 0737-630400); il Palazzo Ducale con il cortile porticato del XV secolo; il Museo Pinacoteca, presso l’ex convento di san Domenico, con opere pittoriche della scuola camerinese del XV secolo, l’importante tela “Madonna in gloria e San Filippo Neri” di Gianbattista Tiepolo e reperti archeologici di epoca romana(piazza Costanti; orari: 10-13 e 16-19, lunedì chiuso; tel. 0737-402310); la chiesa di San Venanzio eretta in forme gotiche ma in parte riedificata dopo il terremoto del 1799; la Rocca di cui restano i torrioni cilindrici ed il grande mastio quadrato. In località SAN MAROTO (Pievebovigliana) si trova la chiesa di San Giusto, un gioiello di architettura romanica, a pianta circolare, movimentata all’esterno da 4 cappelle disposte a raggiera con all’interno resti di affreschi trecenteschi. Dal cortile accanto alla chiesa si può ammirare uno splendido panorama (per la visita tel.0737-633030)

torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Camerino dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Privacy | Note legali