Culturali 6 giorni

Visitando queste località si potranno conoscere l’evoluzione storica, religiosa, artistica e architettonica dei principali centri della Provincia di Macerata e di una parte di quella di Ascoli Piceno.

1° Giorno
monumentopiazza
CAMERINO (661m): sede di una delle più antiche Università italiane. Si potranno ammirare l’armoniosa Piazza Cavour, di carattere tardo rinascimentale; il Duomo con facciata a porticato e grande interno a tre navate; il Palazzo Arcivescovile, con una notevole raccolta di sculture, argenterie, ceramiche, arredi sacri e dipinti (asede di una delle più antiche Università italiane. Si potranno ammirare l’armoniosa Piazza Cavour, di carattere tardo rinascimentale; il Duomo con facciata a porticato e grande interno a tre navate; il Palazzo Arcivescovile, con una notevole raccolta di sculture, argenterie, ceramiche, arredi sacri e dipinti(attualmente chiuso, tel. 0737-630400); il Palazzo Ducale con il cortile porticato del XV secolo; il Museo Pinacoteca, presso l’ex convento di san Domenico, con opere pittoriche della scuola camerinese del XV secolo, l’importante tela “Madonna in gloria e San Filippo Neri” di Gianbattista Tiepolo e reperti archeologici di epoca romana (piazza Costanti; orari: 10-13 e 16-19, lunedì chiuso; tel. 0737-402310); la chiesa di San Venanzio eretta in forme gotiche ma in parte riedificata dopo il terremoto del 1799; la Rocca di cui restano i torrioni cilindrici ed il grande mastio quadrato.

2° Giorno
SANTUARIO DI MACERETO
(per la visita rivolgersi al Bar Miconi di Appennino, tel. 0737-510135): sorge nell’altopiano omonimo (998m), a pochi km. da Ussita, isolato, in un paesaggio veramente suggestivo. Il Tempio, realizzato in pieno rinascimento, risponde pienamente allo stile del Bramante. È interamente realizzato in pietra e presenta una pianta ottagonale su cui sono inseriti tre ingressi.
frazcastelfantellino

 

USSITA (744 m): piccolo centro montano situato sul versante nord occidentale del Monte Bove (2112mt.), attrezzato per i soggiorni estivi e per gli sport invernali. Molte sono le attrattive paesaggistiche e di notevole interesse sono anche le opere d’arte celate
nelle chiese sparse nelle frazioni. Inoltre, nonostante i restauri recenti, le chiese mantengono ancora elementi della costruzione originaria, conservando ognuna una propria particolarità. Risale al 1380 la costruzione del Castello sul colle Fantellino, voluta da Rodolfo da Varano.

VISSO (607m): centro situato nell’alta valle del fiume Nera che conserva una impostazione urbanistica medievale con pregevoli palazzi del 1400 e del 1500. Si potrà visitare il centro storico e in particolare la piazza Martiri Vissani sulla quale si affacciano il fianco della Collegiata di Santa Maria, di forme romanico-gotiche e la facciata dell’ex chiesa di Sant’Agostino, ora adibita a Museo Pinacoteca che raccoglie opere di carattere religioso proveniente da altre chiese del territorio (orari: festivi 10-12; agosto 17-19,30; negli altri periodi visita su prenotazione, tel. 0737-95200 o 0737-95421) .

3° Giorno
SAN SEVERINO MARCHE (235m):
cittadina ricca di testimonianze della romana Septempeda e monumenti dei periodi medioevali e rinascimentali. Nei dintorni sono state ritrovante anche numerose necropoli picene. Il nucleomedievale, detto Castello, ormai quasi disabitato, è posto in posizione panoramica sulla cima del Montenero (344m.). Si potranno ammirare: Piazza del Popolo, con la sua peculiare forma ellittica in gran parte porticata ed incorniciata da edifici costruiti tra il 1500 e il 1600; la Chiesa di San Domenico, con il campanile romanico-gotico; la Cattedrale di Sant’Agostino, con facciata quattrocentesca; la pinacoteca Tacchi Venturi, che, oltre alle opere di valenti artisti esponenti della scuola pittorica dei fratelli Salimbeni (XIV secolo), espone anche un notevole dipinto del Pinturicchio e il museo archeologico Moretti che raccoglie materiali e oggetti piceni e romani (via Salimbeni 40; orari: 9-13, luglio- settembre 9-13 e 16,30-18,30 chiuso lunedì; tel.0733-638095); la basilica di San Lorenzo in Doliolo, del XII secolo ma poi più volte rimaneggiata, che conserva nella cripta affreschi attribuiti ai fratelli Salimbeni.

MATELICA (354m): conosciuta anche per il Verdicchio, vino DOC bianco prodotto nella zona, la cittadina è ricca di storia e d’arte: si potranno ammirare Piazza E. Mattei, cinta da notevoli edifici, come l’elegante Loggia degli Ottoni e la chiesa barocca del Suffragio, e ornata al centro da una pregevole fontana ottagonale del 1619. Poco lontano la Cattedrale, con singolare facciata al centro della quale si leva il campanile, e la Chiesa di Sant’Agostino con un ricco portale romanico. Interessantissimo è il Museo Piersanti che raccoglie oggetti di uso domestico, carrozze, reperti strani ed originali, cimeli papali. La sezione artistica è ricca di arazzi, dipinti, incisioni e ceramiche(via Umberto I, 11; orari: ottobre-maggio, sabato e domenica 10-12, altri giorni su prenotazione; maggio-settembre 10-12 e 17-19; tel.0737-84445).

4° Giorno
RECANATI (297m):
la città deve la sua fama internazionale al poeta Giacomo Leopardi, che da questi luoghi trasse l’ispirazione per la sua immortale poesia. Si potranno ammirare i luoghi leopardiani, la piazzetta del “Sabato del Villaggio”, casa Leopardi, dove si conservano scritti ed oggetti del poeta (piazza del Sabato del Villaggio, orari: primavera e autunno 9-12 e 15-18; estate 9-12 e 15-19; inverno 9-12 e 15-17; tel.071-7573380), la Chiesa di Sant’Agostino con il bel portale e la Torre del Passero Solitario, il Colle dell’Infinito; da visitare anche la Pinacoteca in cui ci sono diverse opere di Lorenzo Lotto (Villa Colloredo; orari: 10-13 e 16-19, lunedì chiuso; tel.071-7570410) e il Museo civico in cui si trovano numerosi ricordi del cantante lirico Beniamino Gigli (piazza G.Leopardi; orari: 10-13 e 16-19, lunedì chiuso; tel. 071-7587291).

LORETO (127m): cittadina dominata dal celebre Santuario della Santa Casa, frequentata da un molti pellegrini e famosa anche per le numerose opere d’arte qui raccolte nel corso dei secoli. All’interno della Basilica, costruita a partire dal 1469 con la collaborazione di importanti artisti di vari secoli, proprio sotto la cupola, si trova la Santa Casa, che, secondo la tradizione, è la casa della Madonna. Il santuario ha, nel suo interno, moltissime opere d’arte di vario genere. Da visitare anche il Museo Apostolico che raccoglie dipinti, arazzi, mobili, ceramiche da farmacia di notevole valore, di proprietà della Chiesa, tra cui spiccano le tele di Lorenzo Lotto, tutte dipinte tra il 1549 e il 1556 (piazza della Madonna; orari: primavera -estate 9-13 e 16-19, novembre-marzo su prenotazione; tel.071-977759).

5° Giorno
ABBAZIE del maceratese
. Numerose sono le abbazie costruite durante il Medioevo

lungo la valle del Chienti; in particolare si potranno ammirare: l’Abbazia di Santa Maria a Piè di Chienti (Montecosaro scalo), vero gioiello di arte romanica, uno dei massimi monumenti della regione; San Claudio al Chienti (Corridonia), in stile ravennate, con le due caratteristiche torri cilindriche ai lati del portale; l ‘Abbazia cistercense di Chiaravalle di Fiastra (Tolentino), in stile romanico, di cui è possibile visitare, oltre alla chiesa, il chiostro con le grotte , la sala del capitolo, il refettorio, la sala delle oliere (abbadia di Fiastra; orari: 15 giugno-15 settembre 9-13 e 15-19, festivi tutto l’anno 10-12,30 e 15-17,30, chiuso Natale e Capodanno; per gruppi su prenotazione, tel.0733-202942).

TOLENTINO (228mt): cittadina famosa per il trattato del 1797, con il quale Napoleone costrinse il Papa a cedere terre, denaro e opere d’arte. Si potranno visitare la Basilica di San Nicola da Tolentino che ospita un eccezionale ciclo di affreschi trecenteschi di scuola riminese, un notevole chiostro del 1200 e i Musei della Ceramica, dell’Opera e degli ex-voto (piazza San Nicola; orari: 9-12 e 15-19; tel. 0733-969996); il Duomo dedicato a San Catervo patrono della città; la Piazza della Libertà con la Torre degli Orologi che segnano l’ora, il giorno, il mese e le fasi lunari, la Chiesa di San Francesco in forme romanico – gotiche e il Museo della Caricatura, unico nel suo genere (Palazzo Sangallo, piazza della Libertà; orari: martedì-venerdì 16-19, sabato e domenica 10-13 e 16-19; tel. 0733-969797).

6° Giorno
MACERATA (311m):
capoluogo di provincia e centro di interesse storico e artistico, ricco soprattutto di architetture rinascimentali e barocche. Si potranno ammirare la Basilica della Misericordia su disegno del Vanvitelli; il Duomo; la Piazza della Libertà con la Loggia dei Mercanti e il Teatro Lauro Rossi, tipico teatro settecentesco (piazza della Libertà; aperto il mattino; tel.0733-256306); il Museo della Carrozza con la sua ricca raccolta di carrozze di varie epoche e la Pinacoteca che raccoglie opere di artisti umbro-marchigiani dal XIV secolo al XIX secolo tra cui una Madonna con Bambino di Carlo Crivelli del 1470 e una sezione di arte moderna (piazza Vittorio Veneto; orari 9-13 e 16-19,30, chiuso domenica pomeriggio e lunedì mattino; tel. 0733-256361), l’Arena Sferisterio, simbolo e vanto della città, imponente edificio in stile neoclassico che ogni anno, dal 15 luglio al 15 agosto, ospita una importantissima stagione lirica (per la visita rivolgersi alla biglietteria tel.0733-230735).

FERMO (319m): città con molte memorie storiche ed artistiche. Il centro della città è Piazza del Popolo con il Palazzo Comunale, già Palazzo Apostolico, costruito nel 1532, quello degli Studi e quello dei Priori che ospita la Pinacoteca Civica con la Natività di P.P. Rubens del 1608 (orari: 9,30-12,30 e 16,30-19,30, chiuso lunedì; tel.0734-284327). Si può salire verso poi verso l’alta Piazza del Girfalco. Da qui si gode di un bellissimo panorama a 360°. Sulla piazzetta si trova il Duomo, intitolato a Maria Assunta. Molto interessante è la visita delle Piscine, composte di ben 30 locali sotterranei, considerate tra le maggiori opere del genere a noi giunte dall’età Augustea (nei pressi di piazza del Popolo, orari: 9,30-12,30 e 16,30-19,30, visite guidate a richiesta; tel.0734-284327).

torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Camerino dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Privacy | Note legali